Me

Come sfruttare la potenzialità dei Social Media per aumentare il traffico sul tuo sito web

freccia strategia comunicazione sito ecommerce
Avete un sito vetrina o un e-commerce?  Se la risposta è SI, questo articolo vi sarà molto utile. Conoscere e saper sfruttare al massimo la potenzialità delle pagine Social Aziendali è determinante per incrementare le visite al vostro sito e per conseguenza le vendite. È sufficiente pensare che, tra i consumatori:
  • il 38% cerca brand e prodotti sui social prima di acquistare in rete;
  • Il 78% ha affermato che i post delle aziende hanno influenzato le loro scelte;
  • L’88% preferisce leggere le recensioni online piuttosto che ascoltare eventuali raccomandazioni personali.
*Dati Hootsuite Jan-2020 Ora,calcolando che solo in Italia ogni giorno sono presenti sui social 35 milioni di utenti, possiamo facilmente capire quale sia l’entità potenziali clienti raggiungibili.

Come sfruttare i social per aumentare la visibilità di un sito e perché gestire una pagina blog?

Diamo per scontato che abbiate già creato la vostra pagina aziendale su Facebook, Instagram e LinkedIn (se non lo avete ancora fatto, potete trovare qui due ottime guide per iniziare subito). Nel caso in cui il vostro sia un sito e-commerce, sarà importante creare il profilo business adatto a questo tipo di attività. Su Facebook avrete la possibilità di inserire un catalogo prodotti collegato al vostro sito web (e gestionale) e farlo lavorare in parallelo anche sulla pagina Instagram. Creata la pagina aziendale ed il catalogo prodotti è necessario creare i contenuti da pubblicare. Dovete creare una pagina blog sul vostro sito, nella quale inserire regolarmente articoli inerenti all’azienda o al mercato in cui opera. È un’attività fondamentale. Gli articoli dovranno essere pubblicati anche sui social e funzioneranno da calamita-ponte, con l’obiettivo di convertire l’utente verso il vostro sito, condizione indispensabile a creare il presupposto per concludere la vendita. In fondo agli articoli non dimenticate di aggiungere i link di collegamento alle pagine social dell’azienda e la possibilità di condividerli direttamente da parte dell’utente: azione “must” per ogni sezione blog che lavori per produrre conversione. Inoltre, inserire il contatore che indica il numero di volte in cui l’articolo è stato condiviso, aumenterà l’autorità del contenuto (nel caso in cui le condivisioni siano elevate) con effetto moltiplicatore delle condivisioni stesse. Se i contenuti proposti sono di Valore e funzionano, ben presto vi troverete a dover gestire le tanto ambite interazioni sotto ai vostri post. Questa è la fase fondamentale in cui si costruiscono relazioni con gli utenti. Comunicare con gli utilizzatori delle piattaforme social è un ottimo modo per aumentare la brand awareness della nostra azienda/marca. Inoltre, leggendo le diverse opinioni potrete comprendere meglio i gusti e le abitudini dei vostri clienti ed i contenuti più apprezzati. Tutte queste informazioni di ritorno sono preziose per le vostre campagne pubblicitarie perché aiutano ad affinare la targettizzazione del vostro pubblico ed aumentare le conversioni/vendite.  

L’advertising, quello buono.

Entriamo qui nel campo delle campagne mirate. Non è piacevole sfogliare il feed della propria pagina e ritrovarsi bombardati da annunci pubblicitari che non intercettano i nostri interessi. A questo proposito entrano in gioco le opzioni di targettizzazione che vengono fornite dalle piattaforme e consentono di mostrare le vostre inserzioni ai soli utenti realmente interessati. Ciò produce un serie di vantaggi: evitare possibili commenti negativi, risparmiare sul budget e in più è gradito alle Piattaforme, perché un utente interessato è un utente che si trattiene di più. L’advertising sui social media, se fatto in modo consapevole e professionale, funziona per davvero.  

Come creare un’inserzione per portare gli utenti sul nostro sito o ad acquistare un prodotto?

Dal business manager, potete creare una nuova campagna con obiettivo conversione o vendita (nel caso di un e-commerce). È necessario scegliere tra le varie azioni possibili: in questo caso sceglierete sito web. Indicherete il target di riferimento voluto e il budget. Nella schermata della creazione del post dovrete inserire la creatività definita, il link al vostro sito, non dimenticandovi di personalizzare il pulsante con la call to action corretta in base al vostro obiettivo.   A questo punto la vostra inserzione sarà visibile agli utenti che rientrano nel target selezionato e,  se avrete fatto tutto correttamente, otterrete i primi feedback. Diversamente, non disperate: il social marketing non ha una regola fissa, bisogna procedere a piccoli step, testare, analizzare i risultati per migliorarli costantemente.

Influencer Marketing

Quasi tutti gli utenti controllano le recensioni prima di acquistare online. Cosa fare nel caso in cui il vostro nuovo prodotto non ha ancora ricevuto recensioni? O non abbastanza? La risposta è una sola: influencer marketing. Con il giusto budget, potrete affidare le prime impressioni agli influencer giusti per la vostra Marca. Non bisognerà tirare ad indovinare, ma cercare quello più adatto al vostro obiettivo/target/ posizionamento, tenendo conto della base follower. La figura dell’influencer è un ibrido tra testimonial e utilizzatore medio, che viene percepita come sincera e affidabile da parte degli utenti.

Misurare il risultato

A questo punto vi starete chiedendo come misurare la redditività dei vostri investimenti e del vostro lavoro, a quali metriche KPI fare riferimento. Le metriche dipendono dalla fase in cui si trova la campagna (fattore tempo) e gli indicatori da monitorare dipendono dagli obiettivi prefissati. Nel caso descritto, ovvero generare un aumento di traffico verso il sito web, è necessario lavorare su questi 3 obiettivi principali:
  • Obiettivo traffico: Gli indicatori da controllare sono: Link Click (numero di click su un link presente all’interno di un post), CTR, Click-through rate (Numero Click ottenuti / Impressioni) e CPC, Cost Per Click (Budget campagna / Numero Click ottenuti).
 
  • Obiettivo Conversione: la conversione consiste nel far compiere al vostro target un’azione desiderata attraverso una CTA (call to action). Quest’ultima può essere intesa come: un click al link di rimando, l’iscrizione alla Vostra newsletter o un acquisto. La CTA normalmente viene evidenziata all’interno del post social attraverso un bottone personalizzabile. Il successo complessivo si misura tramite la conversion-rate, ossia il rapporto tra i click e conversioni realizzate.
 
  • Obiettivo Leads: altro obiettivo importante è la lead generation, ovvero la creazione di una lista di possibili clienti che potrà essere utilizzata per invio di newsletter e nell’ambito di strategie di marketing automation. In questo caso l’indicatore è rappresentato dal costo per contatto, ossia il costo per l’acquisizione di ogni singolo lead.
 Questo articolo tocca molti argomenti di carattere strategico e aspetti tecnici, ognuno dei quali meriterebbe ulteriori approfondimenti, ma i punti chiave illustrati possono essere di aiuto per iniziare a lavorare consapevoli di tutte le opportunità, ragionando di Strategia.   Fateci sapere come possiamo aiutarvi nel Vostro percorso di approfondimento e nello sviluppo del Vostro progetto. Partire con la giusta Social Media Strategy è la chiave del successo del Vostro lavoro e permette di risparmiare evitando errori di contenuto e di investimento. Se desiderate approfondire, saremo ben lieti di fornire la consulenza più adatta alle Vostre esigenze.  

Vuoi condividere questo articolo?

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER